Tempo stimato di lettura: 2 minuti

La Bill and Melinda Gates Foundation insieme al Center for Health Security della Johns Hopkins University ha tenuto a ottobre un presunto esercizio di formazione sulla pandemia di finzione chiamato «Castastrophic Contagion. A Global Challenge Excercise». ( «Contagio catastrofico. Un’esercitazione alla sfida globale»).

Il video pubblicato  dagli organizzatori, parte con una sequela di notizie fittizie che raccontano dell’arrivo di un virus chiamato Severe Epidemic Enterovirus Respiratory Syndrome 2025 o SERS 2025. Diversamente dal COVID, si dice che questo virus immaginario colpisca i giovani e i bambini più degli anziani e degli infermi.

«L’esercizio ha simulato una serie di riunioni del comitato consultivo sanitario di emergenza dell’OMS che affrontano una pandemia immaginaria ambientata nel prossimo futuro. I partecipanti si sono confrontati con come rispondere a un’epidemia localizzata in una parte del mondo che si è poi diffusa rapidamente, diventando una pandemia con un tasso di mortalità più elevato del COVID-19 e colpendo in modo sproporzionato bambini e giovani» scrive il sito dell’evento.

L’elenco dei partecipanti è composto dall’immancabile, ineludibile, inevitabile Bill Gates e numerosi professionisti della sanità pubblica e leader finanziari e politici, tra cui l’ex direttore del centro per le epidemie USA (il CDC) Tom Frieden.

In rete non manca chi sostiene che questa «esercitazione» tanto somiglia all’Event 201, una potente esercitazione tenutasi nel 2019, poco prima che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dichiarasse la pandemia COVID.

L’Evento 201 in molti aspetti sembrava prevedere dettagliatamente ciò che si sarebbe verificato a livello globale nel marzo 2020 – dalla gestione dei trasporti al controllo delle supposte «fake news». L’Evento 201 fu organizzato dal Center for Health Security in collaborazione con l’OMS e la Bill and Melinda Gates Foundation, gli stessi soggetti implicati in Catastrophic Contagion.

Leggi anche:  La Cina allenta le misure anti Covid in tutto il Paese

L’evento 201 metteva in scena uno scenario presumibilmente fittizio in cui una malattia respiratoria si è diffusa in tutto il mondo e ha dimostrato una risposta che ha portato a speculare sul fatto che le parti coinvolte stessero pianificando qualcosa relativo al COVID o lo scenario pandemico stesso che abbiamo visto e subito.

Come riportato da Renovatio 21, una serie di simulazioni pandemiche si sono susseguite, per esempio «Clade x» e «Dark Winter». Quest’ultima fu evocata, forse per coincidenza, da Joe Biden al dibattito per le presidenziali 2020.

Bill Gates ha proposto di creare una sorta di sistema di esercitazione permanente, le «Olimpiadi» pandemiche chiamate «Germ Games».

Robert F. Kennedy jr. ha analizzato le esercitazioni di questo tipo svoltesi dal 2000, e ne ha contate circa 20.

«La serie di simulazioni di pandemia che hanno messo su è stata chiamata Operazione Lockstep perché era un modo apparentemente di coordinare le attività di tutte le democrazie liberali in tutto il mondo per far improvvisamente virare i difensori costituzionali verso la censura, i controlli totalitari e l’obliterazione dei diritti costituzionali e civili a livello globale» dice Kennedy.

Il Kennedy non manca di notare che in alcuni casi era coinvolta la CIA, il cui lavoro non è produrre risposte sanitarie, ma fare colpi di Stato – cioè esattamente quello che è avvenuto, a livello globale, nel 2020, con le Nazioni esautorate della loro sovranità sanitaria e i cittadini privati della loro sovranità biologica.

Fonte:
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo:

Leave A Comment

Recommended Posts

Ambiente

Sulle orme di Greta

Dopo che la Thunberg ha dichiarato di farsi da parte, manca un nome forte a cui passare il testimone di eroina green. Le candidate non mancano. Ecco chi sono e che cosa vogliono. AAA Cercasi disperatamente nuova Greta. Da quando l’icona svedese […]